Si è fatta la storia

Vinto o perso,
oggi si è scritta la storia!

Domenica 29 Ottobre,

 h. 14:30 

Campo sportivo “Felice Levratto”

Per la prima volta nella storia, l’arbitro fischia l’inizio di una competizione ufficiale alla quale prende parte la Virtus Don Bosco.

I preparativi a questo momento

La prima squadra inizia la preparazione il 28 di Agosto, sotto la guida del Mister Claudio Ponte e del suo staff.

La squadra svolge la preparazione con non poche difficoltà, faticando nel trovare un campo che li ospitasse per gli allenamenti.
La preparazione infatti comincia sul campo dell’oratorio, per poi a seguito di un accordo con i Pirates di Albissola proseguire parte della preparazione sul campo di Luceto, dove la squadra può finalmente fare i primi lavori tattici su campo a 11.

Dalla seconda metà del mese di Settembre iniziano i primi allenamenti congiunti con Priamar, Letimbro e Cengio, nella quale la squadra si trova per la prima volta a giocare contro degli avversari e può finalmente lavorare sulla sintonia tra i giocatori in campo.

La nostra squadra

La squadra è variegata e eterogenea composta da giovani del territorio e qualche uomo d’esperienza che possa accompagnarli.

Nel progetto fin dal principio ci sono alcuni giocatori “della prima ora” legati all’ambiente dell’Oratorio e affezionati ai valori che trasmette, tra questi spiccano i nomi di: Berlanzoli Fulvio, Cimolato Mattia, Dondo Elia.

Una serie di altri giovani entra poi a far parte della squadra per seguire il condottiero Mr. Claudio Ponte che nella precedente stagione li ha guidati nella Juniores dell’Arenzano, i fedelissimi di Ponte sono: Rogna Andrea, Capelli Giovanni, Siri Roberto e Sali Andrea.
Da sottolineare che molti componenti della squadra sono stati allenati dal Mister nel passato e si sono decisi ad entrare nel progetto proprio grazie alla sua presenza.

Infine all’organico nel corso delle settimane si sono aggiunti altri giocatori, di tutte le età, che conosciuto il progetto e la serietà e avendo qualche amico già tra le fila, hanno scelto di abbracciare i colori gialloblu : Mantero Federico, Fazio Andrea, Fazio Nicolò, Fazio Andrea, Murja Maris, Sicari Giacomo, Carabetta Rocco, Pucciarelli Giacomo, Baglietto Manuel, Valle Alessio, Foddanu Giovanni, Cosentino Riccardo, Siri Massimiliano.

Il Match

Primo Tempo

Gli undici titolari sono: 

1 Mantero Federico, 2 Capelli Giovanni, 3 Fazio Nicolò, 4 Dondo Elia, 5 Siri Roberto, 6 Murja Maris, 7 Calabria Michael, 8 Rogna Andrea, 9 Sicari Giacomo, 10 Fazio Andrea(C), 11 Cimolato Mattia.

A disp: 12 Berlazoli Fulvio, 13 Valle Alessio, 14 Taglienti Iran Massimiliano, 15 Baglietto Manuel, 16 Sali Andrea, 17 Perata Emanuele, 18 Carabetta Rocco.

Scende in campo una squadra compatta che cerca di concedere poco ad un’ottima squadra che già ha avuto modo nel mese di Ottobre con la Coppa Liguria di abituarsi all’agonismo e che per organico si prospetta essere tra le favorite del campionato.

La squadra tiene botta, manca ancora la sintonia in fase di manovra ma è fisiologico essendo la prima vera partita della squadra.

Il rientro negli spogliatoi però ha avuto un gusto amaro, al 44′ infatti da una rimessa laterale all’altezza della nostra area di rigore, l’attaccante avversario compie una prodezza e liberatosi della marcatura in area riesce a concludere a rete.

Questa disattenzione manda il morale della squadra a terra e la gestione delle emozioni è fondamentale in questi tipi di partite.

Secondo tempo

Dopo il discorso di Mr. Ponte negli spogliatoi la squadra torna in campo a testa alta cercando fin da subito il pareggio.

Per i primi 10′ del secondo tempo la squadra manovra bene e si avvicina al pareggio in alcune occasioni, lo sbilanciamento offensivo però come altro lato della medaglia mette maggiormente in difficoltà il reparto difensivo, l’affanno inizia così a farsi sentire le occasioni di attaccare diventano sempre meno e la squadra ripiega.

La stanchezza che si fa sentire e l’umore che peggiora iniziano a mettere in difficoltà la squadra, l’attenzione cala e una disattenzione può costare caro.

Arriva così il secondo gol, una sfortunata serie di rimpalli di compagni e avversari e alla fine la palla, non si sa neanche bene come, finisce in porta.
La sfortuna si offre volontaria per dare il colpo di grazia, da questo momento la squadra non ha più la forza e il coraggio di reagire, cerca di reggere botta e di non concedere campo, il risultato rimane fermo fino al 90′ quando l’attaccante avversario si gira in un fazzoletto e realizza il terzo gol della gara.

La gara infine si conclude con un infortunio per Taglienti che esce dal campo accompagnato dal preparatore e dei compagni ancora a disposizione. 
Un grande in bocca al lupo di pronta a guarigione a Max.

Prima sconfitta per 3-0 per la Virtus che non deve assolutamente mollare e deve pensare subito a preparare la gara che la vedrà impegnata contro il Mallare domenica prossima, in casa, nel campo sportivo “Olmo Ferro”. 

Comments are closed.